sabato 21 novembre 2015

Un porta cerchietti per piccole vanitose


Questa mattina, dopo due mesi di effettiva inattività creativa, mi sono svegliata presto, ormai la sveglia mentale è quella della settimana lavorativa...e visto che ieri sera ho passato due ore a sistemare la camera di mia figlia tra vestiti e giocattoli, collanine, nastri e orpelli per vanitose...ho pensato di unire l'utile al dilettevole. la mia amica Sara di Sogni Risplendono è da tempo che propone alle sue clienti dei bellissimi portacerchietti personalizzati...e io mi sono sempre ripromessa di prendere spunto dai suoi per farne uno alla mia piccola.
Ecco, oggi è arrivato il momento buono, ...per cui mi sono messa a tirare fuori dal cassetto delle meraviglie un po' di pezzi colorati di tessuto americano (quello con i cupcake lo trovo splendido ;))
e questo che vi mostro è il risultato...per ora ce ne stanno solo una decina di cerchietti. Mi sa che visto il ritmo di acquisto....ne servirà un secondo nei prossimi tempi.
Ma per ora siamo a posto: almeno la mamma si risparmia la caccia in camera e la figlia è felice del suo nuovo "tesoro"....

lunedì 2 novembre 2015

Quando condividere mantiene viva la creatività.. almeno nella mente!


Sono quasi due mesi che non scrivo più nulla, mamma mia, me ne rendo conto adesso che leggo le date dell'ultimo post. Sono stati due mesi di grandi cambiamenti per me, un lavoro nuovo, impegnativo in tutti i sensi, nuove responsabilità e nuovi ritmi, molto meno tempo libero e la mente presa da un vortice di cose, dal misto del lavoro e dalle incombenze di casa cui mi sembra di non riuscire mai a stare dietro. 
Sono due mesi che le mie mani producono poco o niente...con mio sommo dispiacere i miei cassetti pieni di stoffe rimangono a prendere polvere, quanta ne sta prendendo anche la mia macchina da cucire, e con lei tutti i materiali che colorano la mia craft room. Sono i periodi come questo, quando vorresti avere di nuovo il tempo per te, quelli in cui la poca creatività casalinga riesci almeno a tirarla fuori in compagnia di tua figlia. Per fortuna che c'è lei. Che ravviva con ogni gesto quel lato di me che in questo momento resta nascosto. Certo è poco, molto meno di quello che vorresti ciò che riesci a fare, ma per fortuna, anche se in piccole cose, è abbastanza per farti vedere che proprio quella creatività è ciò che dà quel tocco in più alla tua giornata in ogni cosa. 
La condivisione di questi momenti con la mia bimba mi fa bene. E vedere che il valore del lavoro manuale e delle idee originali inizia a farsi strada anche in lei, piccola creativa in erba, mi fa felice. E mi fa pensare che come me saprà sempre inventarsi qualcosa di colorato e divertente da fare in ogni situazione.
Tornate a casa da scuola e dal lavoro ci ritagliamo quelle mezze ore di svago insieme....


...facciamo collanine..


costruiamo grandi case di lego e lei si lancia in mille disegni (ecco, io meglio di no, visto che la mia mano è davvero scarsa con matite e pennarelli)...facciamo collage, ritagli e regalini per compagni di classe.


Facciamo cose che prendono poche decine di minuti ogni volta. Ma che ci fanno condividere non solo il tempo...ma anche le passioni e gli hobbies. E questa è una cosa che resterà negli anni, un piccolo spazio di attimi spartiti creando.
Questa volta il post che accompagna come tutti i mesi la rubrica del gruppo di amiche di Condividiamo Creativamente, è un po' strano rispetto al solito, ma ...non potevo mancare (lo scorso mese ahimè mancavo proprio per carenza di idee e tempo)! 
Quindi...detto questo, vi invito a fare un giro da loro..sono certa che avranno da raccontarvi tante cose e tante idee....sicuramente di come ognuna ama condividere si parla ma di creazioni ancor di più!
E con questo vi saluto e vi aspetto alla prossima occasione!


Lo Stile di Giò di Giovanna
Kairòs Lab di Martina
By Nadialab di Nadia 
Favole di Legno di Angela e Marcello
Zuccheramente di Federica


lunedì 7 settembre 2015

Un'estate di riposo, natura e famiglia...e un erbario nuovo


Ahimè le vacanze sono finite e a me pare che siano durate troppo poco (anche se ne ho fatte !!)... e quest'estate mi rendo conto che dal punto di vista creativo sono stata proprio modestamente produttiva. Peccato, ogni anno vado via con la valigia piena di propositi che almeno al 50 % porto a compimento, mentre questa volta già di partenza avevo portato veramente quasi nulla. Ma confesso che la volontà era quella stare più che potevo con la mia famiglia e con mia figlia e di dedicarmi maggiormente a lei visto che durante l'anno il tempo è  poco....anche in prospettiva di un nuovo lavoro che senza dubbio assorbirà energie ulteriori.
Dunque...in montagna non mancano stimoli e ci siamo quindi dedicate con estrema gioia a raccogliere ogni sorta di fiore e sasso che potessero fare al caso nostro...diciamo che in tutto questo la mia estrazione di geologa non fa che emergere...perchè mi rendo conto che camminando non faccio altro che guardare a terra in cerca di minerali e fossili (mio marito fa altrettanto) e che ogni volta chiamo la piccola a osservare le meraviglie (o meno) che trovo...
Ed ecco che come prima cosa vi mostro dei fossili che abbiamo trovato durante una passeggiata nella zona dell'Alpe di Siusi (in provincia di Bolzano)


I fiori invece...fanno parte del lato romantico, e in un certo senso guardarli come fossero parte di un quadro...mi riporta alla adolescenza, quando con mia mamma li raccoglievamo per seccarli in un erbario del WWF: sì, quest'anno ho ben pensato di acquistarne uno per la mia bimba da Tiger e abbiamo iniziato la nostra raccolta insieme, sicure del fatto che avremmo trovato tante belle cosine in giro...
Il risultato? Un piccolo esperimento vezzoso della 5enne con la molletta ecologica che ha creato per me...purtroppo la foto è stata scattata la sera e con poca luce..quello che ne resta è scarso ma...lo spirito creativo e l'idea meritano, per cui pazienza, la pubblico comunque!


E come secondo lavoro...un libretto di fiori essiccati che in questi giorni ha creato con le sue mani negli ultimi pomeriggi di vacanza.
 

Come vedete proprio non si tratta di composizioni stratosferiche e di creazioni da mille e una notte, ma il fatto che siano frutto delle mani di una bambina ( e per me è la MIA bambina) le rende speciali e uniche.
Un'estate di riposo mentale (non fisico visto che avremo percorso almeno 100 km in montagna a piedi in 20 giorni) all'insegna della condivisione in famiglia, in posti unici e genuini in cui mi sento come a casa mia, questa era quella che volevo...e questa è stata.


A settembre, ora, tutto inizia, con nuove prospettive per tutti noi in casa...e speriamo che tutti i cambiamenti che ci aspettano ci regalino nuovi stimoli creativi per l'anno nuovo. Perlomeno devo dire che di idee in testa ne ho tante..spero solo che almeno un decimo sia possibile realizzarle!



E come ogni mese concludo il post ricordandovi che fa parte del nostro appuntamento con le amiche di condividiamo creativamente...che vi invito a visitare per conoscere meglio!
By Nadialab di Nadia 
Sogni Risplendono di Sara
Kairòs Lab di Martina 
La casa degli Antuche di Antonella
Multifaces Design di Elisabetta 
Lo Stile di Giò di Giovanna 
Mariposa Creazioni Handmade di Daniela 
Infeltriscimi di Daniela


alla prossima!!

venerdì 24 luglio 2015

Orecchini pendenti con cialde Nespresso, perle in argento e cristalli - riciclo creativo


Ciao a tutti, visto che ultimamente scrivo davvero poco e sono poco presente, dalla mia ultima creazione ho pensato di fare un piccolo regalino per chi mi segue...un tutorial fotografico che vi consntirà di realizzare in poco tempo e con pochi elementi degli orecchini eleganti e colorati, molto originali, per la vostra estate...come potete ben immaginare tutto il "corredo" di perle alle cialde (che sono l'elemento portante di riciclo) può essere da voi scelto in termini di materiali sbizzarrendovi.

Occorrente:
4 cialde per caffè Nespresso
2 bottoni in legno piatti
2 perle di cristallo
2 perle di cristallo
2  chiodini a testa piatta lunghi 75 mm
2 chiodini occhiellati lunghi 50 mm
2 monachelle
2 perline in argento a fiore
pinza a punte piatte
tenaglia da orefice
pistola per colla  a caldo


Utilizzando un oggetto piatto e rigido (ho indicato il tagliere, come da me usato) appiattite bene le cialde.


Inserite le perline in argento a sfera nel chiodino occhiellato, tagliate l'eccedenza in maniera tale che rimanga circa un cm, quindi con la pinza create un secondo occhiello, senza chiuderlo


Agganciate l'occhiello delle monachelle a quello aperto del chiodino con la perla, quindi chiudetelo


Posizionate una cialda con la parte rovescia verso l'alto. Prendete il chiodino a testa piatta e, dopo aver inserito le perlina a fiore come nella foto, posizionatelo lungo il diametro della cialda.


Prendete la colla a caldo e distribuitene un velo sottile sul chiodino e lungo il perimetro della cialda. Prima che solidifichi, prendete la seconda cialda e incollatela saldamente. Una volta ben unite, potete eliminare facilmente l'eccedenza di colla che sborda. Ripetete per le altre due cialde.


Prendete nuovamente la colla a caldo e incollate i bottoni al centro della cialda


Prendete la perlina di cristallo, inseritela nel chiodino, quindi tagliate quest'ultimo in maniera che resti una eccedenza di circa un cm. Come fatto precedentemente, create un occhiello a chiusura.


Agganciate l'occhiello del chiodino con la cialda a quello del chiodino con la perla in argento...ed ecco completato il lavoro!


Sono certa che troverete ispirazione e realizzerete delle cose molto carine!! E adesso ecco a voi le spiegazioni di dettaglio passo passo...quindi buon lavoro!

lunedì 20 luglio 2015

Una borsa patchwork e siamo pronti per la montagna...



Ogni anno parto per la montagna con mille zaini e due borse, non so perchè ma si tratta di un rituale. Ma una delle due borse deve essere nuova, fatta da me (meglio) o no non conta, basta che nuova sia.
Questa volta ho pensato di creare qualcosa dai toni primaverili, comoda e capiente ma altrettanto non troppo ingombrante, e la soluzione della postina con una bella tracolla lunga mi è parsa ideale...tra le altre non ne ho nessuna per cui mi pareva anche un buon modo per testare il lavoro su questo modello.
Ho realizzato un motivo molto semplice con tre tessuti principali, interno in tono ma più chiaro,


il bordo con un binding e ...tocco finale, una grande decorazione a fiore eseguita con la tecnica dell'appliquè doppiato...


Risultato quello che vedete, già testata nel week end per portare in giro le cose abituali per spese & co....pronta però per la partenza definitiva....tanto attesa visto il caldo che ci perseguita.
Quasi quasi per questi giorni ci metto dentro due mattonelle di ghiaccio e la uso come frigo.... ;)

mercoledì 1 luglio 2015

Crochet in vacanza...e borse da mare


Come ogni anno penso che sia di dovere una bella borsa da mare per le cosette da portare in spiaggia. Su FB grazie a uno dei gruppi in cui sono iscritta ho trovato uno schema facilissimo su cui ho fatto qualche variante....solo maglie alte e maglie basse...a prova di principianti e pigre come me...ed ecco una piccola bag a mano che si presta allo scopo ....con una pochette all'interno sicuramente sarà anche più pratica ed eviterà di spargere le cose in giro.


E per fortuna sono riuscita una volta tanto a fare un lavoro in due giorni essendo in ferie e tranquilla...
E con questo non mi resta che augurare un buon inizio colorato di ferie a tutte voi!